mercoledì 19 ottobre 2011

Com'è andato il colloquio

In ufficio stanno cambiando molte cose: la settimana scorsa ci hanno annunciato che toglieranno alcune di noi (una trentina) per fare posto a una società esterna che gestirà il nostro lavoro e noi andremo in altre sedi della società. E mentre serpeggiava il panico tra le colleghe, io stappavo champagne. Perché sono infinitamente stufa del lavoro che faccio, perché hanno ridotto i miei incarichi, perché devo prendere ordini da una regazzetta supponente, perché mi va di cambiare: dopo quasi 9 anni che lavoro lì, mi pare ora, no?
Bene, per oggi era programmato il mio colloquio conoscitivo con la tipa delle risorse umane. Ci sono andata conscia di giocarmi un bel po' di aspettative e di possibilità, ma con la consapevolezza che solo io ho in mano il mio futuro lavorativo. Per fortuna non ero sola, ma sostenuta e incitata dagli amici twitteri e facciabuchi (peccato non aver potuto twittare durante il colloquio...), che oltre a proporsi come segretarie e portaborse, ipotizzavano improbabili trasferimenti a Shangai. Dico subito che è andato benissimo, ben oltre le mie aspettative. Ho avuto la fortuna di trovarmi di fronte una ragazza che conocevo bene anni fa, con la quale condividiamo lo stesso padrino per le nostre figlie, e che mi ha permesso di raccontarle senza filtro tutta la mia storia lavorativa, in particolare il periodo successivo al congedo di maternità. Lei era stupita di trovarmi ancora lì, quando mi immaginava scalare le vette aziendali, e ha centrato in pieno i miei punti di forza: capacità di relazione, comunicatività, oganizzazione, flessibilità. Mi ha proposto varie aree aziendali, in primis la parte commerciale e il servizio clienti; ha accettato la mia richiesta di aumento dell'orario e di flessibilità oraria (anche lei ha figli e sa cosa vuol dire gestirne due la mattina e presentarsi impeccabili in ufficio - non che io sia mai stata impeccabile la mattina, già è tanto se riesco a lavami la faccia...). Non saprò quale sarà a mia destinazione finchè non saranno terminati tutti i colloqui, ma intanto sono felice e soddisfatta: vedo una luce in fondo al tunnel che stava prendendo i connotati del mobbing. 
Sono fiera di essere riuscita a parlare anche di cose che mi stanno tanto a cuore: questo blog (non le ho detto "ho il blog Chiaradinome" ma "gestisco un sito Internet"), che mi permette di conoscere persone stupende e di vedere nascere relazioni godibili e proficue tra loro; e il rientro delle mamme al lavoro come una risorsa per l'azienda (ho citato anche l'iniziativa Il CerVello di mamma e papà!), visto che la maternità toglierà un po' di sonno forse ma regala capacità e doti inimmaginabili.

P.S. questo è un instant post dopo dieci giorni di silenzio blogghesco... nel frattempo è successo di tutto e in pentola bolle la qualunque. Nei prossimi giorni news su psicomotricità, #2eurox10leggi, Mammasterdam all'Aquila, weekend con papà, e il mio nuovissimo Ipad (entrato di diritto nella lista delle droghe pesanti).

23 commenti:

  1. Brava Chiara. Il mio silenzio è ormai un vortice, ma sono con te. Spero tu lo sappia!

    RispondiElimina
  2. ebbrava BOGO! soprattutto perché non le hai detto che portale gestivi e non le hai dato l'amicizia su FB. Così potrai continuare a raccontarcela!!
    In attesa di altre news!!

    l'attivista balata e raffredada

    RispondiElimina
  3. Bravissima! E benvenuta nel club di quelli che si fanno di droghe pesanti!
    Ti dico solo che ieri io e il mio parrucchiere abbiamo parlato solo di ios5, mentre una volta chiacchieravamo amabilmente di locali e drink... :)

    RispondiElimina
  4. Grande sono ORGOGLIONA di te ;)

    RispondiElimina
  5. Brava Chiara.
    Com'era? La fortuna premia gli audaci no???
    Ok... ora stappiamo. Bellini per me!

    RispondiElimina
  6. bravissima! sono veramente contenta e poi, diciamocelo.. te lo meriti (non l'ipad ;-) )
    silvietta

    RispondiElimina
  7. bravissima!!! ..finito di leggere il post ho fatto il gesto del pugno che rientra verso il fianco.. un po' anni '80, ma prendilo così com'è: verace! ;-)

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono le svolte, le adoro proprio! Brava!

    RispondiElimina
  9. Evvai! Sono contenta e il fatto che tu sia riuscita a parlare di cose che ti stanno a cuore senza filtri è una cosa buonissima.
    Io non ho l'ipad ma anche l'iphone per me inizia a fare parte delle droghe pesanti!
    Silvia - improvvisamente in quattro che non riesce a loginarsi...

    RispondiElimina
  10. Prima cosa: HAI L'iPAD?!!? Invidia!
    Parlando di cose futili :-)...evviva la tipa delle risorse umane!
    Che bello poter parlare serenamente con qualcuno, di aspettative, ingiustizie, obiettivi e potenzialità.
    Un sogno.

    RispondiElimina
  11. Ottimo direi! Allora mi incrocio anche per te, in bocca al lupo come se piovesse. Tra qualche giorno ci ritroveremo a brindare allora, io per la casa e tu per il lavoro! Si! Modalità ottimismo: attivata :D

    RispondiElimina
  12. brava chiara, così si fa!!!
    ps, bellissima la botta di culo della tipa con cui condividi il padrino... cioè, queste cose sono strappapplausi!!!! ^_^

    RispondiElimina
  13. Brava!!!!!!!!
    Sono veramente contenta per te!!! In bocca al lupo con tutto il cuore. E' davvero una gran soddisfazione poter fare un colloquio così, dove parlare veramente delle proprie capacità, degli interessi...

    Un bacione!

    RispondiElimina
  14. Vedi che sei una gran figa? Brava tesur! In culo alla balena!

    Marco xxx

    RispondiElimina
  15. Come promesso da FB: Evviva la BOGO!! Una ola
    Quando le cose si muovono ci si sente vive, non che i figli non movimentino la vita a sufficienza, ma si trata di un movimento diverso... Per quanto mi riguarda ti avrei assunta immediatamente, conoscendo il tuo blog.....ma soprattutto per l'entusiasmo per le droghe pesanti aha ah

    RispondiElimina
  16. wow! leggo solo ora il resoconto del colloquio!
    grande! alla fine i nostri in bocca al lupo saranno pur serviti a qualcosa!!

    e sono convinta che saresti riuscita ad essere te stessa, grande!, anche senza la persona che hai avuto la fortuna di trovarti di fronte...

    ... comunque, considerata la borsa di The Queen father, resto sempre a disposizione per il posto di portaborse dell'assistente!
    un abbraccio...

    p.s. sono curiosissima dei prossimi post... acc!

    RispondiElimina
  17. eccola lì, un figurone ! chiaradirettorgeneraledinome !!!!

    RispondiElimina
  18. Il maledetto aggeggio si era mangiato il commento.... ma co-gioisco pre la nuova dipendenza ;) e per il lavoro ... mica mica ci sarà sotto una buona prassi? da nominare o da innovare? brava bogo! :)
    p.s. facciamo il donxdonxuomxtutt camp? ciao

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...