lunedì 28 marzo 2011

Un amore di cialtrone

L'avevo lasciato stamattina felice e saltellante al nido... Alle 11,30 mi chiama la maestra allarmata perchè  CialtrOne da un'ora piagnucola, dice che ha male alle orecchie, mal di pancia e non ne vuol sapere di fare la cacca! (Smadonno) Le dico che forse è un po' nervoso, un po' in regressione, un po' pirla (non l'ho detto ma lo penso) e che insomma se lo tengano così.
Poi mi richiama: adesso Moccioso piange fortissimo, è in crisi esistenziale, soffre sempre di più... (Smadonno) Ok vengo a prenderlo, chiedendo l'ennesimo permesso in ufficio e facendo sempre più la figura della MammaBrutta!
Arrivo, è in braccio alla maestra, tutto mollo e ciondolante... Appena mi vede si apre un sorriso, mi corre incontro felice, mi abbraccia forte
"Mamma sei arrivata!"
"Sì, amore ma hai ancora mal di pancia?"
"No, è passato tutto"
"Ma allora perchè piangevi?"
"Perchè volevo la mamma!"
Torniamo a casa, ci mangiamo dei panini al prosciutto chiacchierando e ridendo... e sono felice perchè riscopro l'unico amore puro e senza condizioni che il mondo conosca, quello tra una mamma e il suo bambino.

6 commenti:

  1. Furbetto lui! sanno sempre come fregarci questi bimbi!!!!

    RispondiElimina
  2. uhmmm... vabbè, ok, l'amore puro e incondizionato condito con i panini al prosciutto... ma alle meravigliose educatrici del nido qualcuno glielo ha spiegato che se chiamano le mamme ogni volta che sono richieste per mammite acuta, finirà che i pargoli sgamano il trucco e poi si ritrovano un concerto di urlatori col mal di pancia???
    No, non sono così crudele ed insensibile... è che so che le vostre maestre hanno un po' il telefono facile!

    RispondiElimina
  3. Silvia domani glielo spiego io alle maestre! Certo che se gli facessi uno squillo tu che mi sei avvocata... A parte gli scherzi, la chiosa del post è un bel po' melensa, ma ho riflettuto sul fatto che da secoli io e il nano non passiamo un po' di tempo insieme da soli... Andrebbe bene anche il pomeriggio comunque, moccioso ;-)
    Comunque io cambio numero di telefono, vedano un po' loro!

    RispondiElimina
  4. Che amorevole imbroglione che hai!

    RispondiElimina
  5. è tenerissimo, però se sta cosa ti mette in merda al lavoro forse è il caso che fai 2 chiacchiere con le educatrici (meglio con la coordinatrice, mi sembra che anche il tuo è un costosissimo nido privato gusto?)...
    in altri asili gli insegnano a consolarsi un attimo, e non chiamano al primo capriccio, se no è finita...ovvio che piangono sempre più forte...
    e poi eventualmente non c'è il papà qualche volta??

    RispondiElimina
  6. Pat per fortuna (loro) è successo solo ieri, oggi mi hanno detto che ci ha un po' provato ma lo hanno distratto e se l'è messa via. L'asilo è costoso ma comunale e l'educatrice, che conosce Rocco da 2 anni, dice che mi ha chiamata perchè non lo aveva mai visto così disperato, alla fine ha fatto bene secondo me... ma stamattina le ho avvisate che tenevo il telefono spento!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...