lunedì 21 gennaio 2013

Chi #saltalamerda gode

Certe serate si spiegano solo così (Zerocalcare è il genio assoluto) purtroppo, altre invece sono un rincorrersi di contenuti e sollecitazioni, rimandi e dubbi, scoperte più o meno gradevoli. In rete ho a che fare con persone per lo più molto intelligenti e sensibili con le quali ho scambi quotidiani di esperienze e riflessioni intense (oltre che di intense cazzate, ovvio) e con le quali condivido una visione del mondo che definirei sensata, perché il contrario di da stronzi non mi viene.
Ed è proprio in una giornata come queste, con persone così, che la visione confusa di ciò che mi circonda, parlando di web ma non solo, assume dei contorni nitidi e trova un modo per affrontare la cattiveria, la superficialità, l'ipocrisia, e nasce #saltalamerda
Lo spiegano come sempre meglio di me le Gran Dame della Combriccola Nicchiona (sembra il titolo di un film porno, sì)
- Barbara Mamma Fatta Così
- Lucia in mezzo al mar
- Francesca Mumtrioska
- Giada Quando Fuori Piove

Cosa vuol dire #saltalamerda?
Il concetto è piuttosto intuitivo, non servono grandi ragionamenti...
Quando mi è servito negli ultimi giorni?
Quando ho letto post veramente sgradevoli, con commenti se possibile ancora peggiori; quando ho sentito i miei colleghi affermare che "ci vuole il ritorno del Duce"; quando ho provato a informarmi sulla campagna elettorale in corso.
Attenzione! non si #saltalamerda e basta! Bisogna anche trovare il fiore!! Questi i miei:
- (occhio alla glicemia) "Mamma sei bellissima, anzi no, strabella" dopo ore di braccio di ferro per far passare queste interminabili giornate di pioggia
- il post di Serena Che madre sono?, un antidoto alla superficialità e alla polemica 
- il ritorno del blog della mia amica Luana aka la Staccata, che però adesso deve offrire da bere.

E voi? Siete pronti a saltare?

6 commenti:

  1. Siiiii siamo pronte!!! ^_^
    Ho letto dell'iniziativa sul blog di Barbara, mi sembra il modo giusto per non soccombere alla stupidità! ^_^

    RispondiElimina
  2. Io penso che funzionerà, mi sembra un metodo efficacissimo per affrontare cattiveria, superficialità e ipocrisia e vedo che tu hai trovato applicazioni pratiche anche fuori dalla rete.
    Salto come un capretto e vedrai, se non altro le nostre risate ce le faremo mentre curiamo anche il fisico (che il salto tonifica). E i fiori si condividono, che sono una ventata di aria fresca, come il post di GC.
    Sono felice di averti incontrata, Bogo bella. :)

    RispondiElimina
  3. Sto seguendo il filo dei vostri post e sento che siete arrivate nel momento giusto, quello in cui davvero #saltolamerda e vedo almeno un fiore davanti a me.
    Siete molto molto sensate, e non è cosa da poco di questi tempi. Salto!

    RispondiElimina
  4. Vi sto inseguendo eh :D!
    Siete un pezzo avanti.
    Io devo ancora imparare a schivare.
    Sono una pessima sportiva, ma mi pare che l'ottima compagnia stimoli al saltello (oltre tutto ho trovato un'altra appassionata di Zerocalcare e quindi non posso che chiedere permesso ed imparare a saltare alla svelta :D!)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Everybody sayyyyy #saltalamerda!!!!!

    RispondiElimina
  6. salto salto... non lo vedi?? :-P

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...