giovedì 14 ottobre 2010

Ritorno al lavoro

Lunedì torno al lavoro dopo 19 mesi.
Il 13 marzo 2009 è stato il mio ultimo giorno, poi ho avuto una minaccia d'aborto e sono stata messa a riposo totale dai medici: quindi gravidanza a rischio, poi maternità e recupero ferie. Da un anno e mezzo sono a casa a fare la mamma casalinga e l'ambiente dell'ufficio è un ricordo lontano, perlopiù spiacevole. Mi sto preparando (ma neanche tanto) psicologicamente a rientrare con mansioni inferiori a quelle che avevo prima, con colleghe del tutto sconosciute, perchè le "vecchie" sono state spostate e sostituite dalle nuove leve: per inciso, tempo fa sono andata lì per portare dei documenti e non solo non ho riconosciuto nessuno, ma mi sembrava di stare a una sfilata di moda! Finito l'ambiente scazzato popolato da affannate mamme e bi-mamme, con qualche eclatante eccezione di strafiga naturale o rifatta: nel mare di ventenni tacco 12 ora può spiccare solo uno shampoo non di giornata o una maglia con rigurgito, entrambi miei, tra l'altro... Finite anche le pause protratte con pettegolezzo spinto, scambi di vestiti e carrozzine, sfoghi sul marito o la suocera, ora mi sa che le chiacchiere verteranno sull'ultimo eliminato da "Amici" o sulle nomination del Grande Fratello, o su quale carineria inventare per attirare l'attenzione del capo. Chiara stay zen...
Ma la cosa che mi crea PANICO PURO è l'organizzazione mattutina che prevede:
- sveglia alle 7 (magari dopo che per tutta la notte la nana si è svegliata ogni ora, come stanotte...)
- svegliare i bambini (che violenza!)
- latte al nano e tetta alla nana (ancora per poco, carina, poi ti dovrai adattare anche tu al latte di una mucca vera)
- cambio e vestizione della nana: 10 minuti
- cambio e vestizione del nano: 15 minuti (ha un rituale che manco un torero prima della corrida...)
- preparazione per me (non dico trucco, ma almento lavarmi la faccia...)
- sistemare la casa (tavolo della colazione, giochi sparsi, magari far partire lavatrice o lavastoviglie)
- preparare i sacchetti di vestiti puliti per il nido (questo dovrei farlo la sera, ma mi conosco troppo bene...)
- CASELLA DEGLI IMPREVISTI: 20 minuti che andranno sicuramente persi per vomito improvviso su vestiti puliti di nana e mamma, oppure pipì non trattenuta che coinvolge mutande-pantaloni-calzini e magari anche scarpe, oppure non trovo una cosa, poi non mi ricordo cosa cerco, poi trovo quello che cercavo ieri ma ormai non mi serve più...
- scarpe, giacche, berrettini da infilare a nani che fuggono
- macchina: allacciare le cinture dei 2 seggiolini mentre i nani si picchiano
- sperare di non trovare una betoniera o una vecchietta con minicar davanti nel tragitto per il nido
- svestire entrambi, mettere i calzini anticivolo, posizionare i sacchetti, salutare le maestre e poi (sperando che i nani non abbiano voglia di mamma proprio stamattina) baciarli da lontano
- saltare in macchina e correre in tangenziale
- ore 9.00 timbrare
NON CI RIUSCIRO' MAI!
Diventerò la pecora nera dell'ufficio (vabbè, visto com'è messo il gregge non mi dice neanche male), sempre in ritardo e affannata, mi metteranno a far fotocopie, chè lì non c'è bisogno di puntualità e una ventiduenne mi spiegherà come fare un fronte-retro.
OMMMMMMMMM...

4 commenti:

  1. Paura! non ti invidio per niente...

    RispondiElimina
  2. chiare', ma tu sei vintage! che paura hai?? in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  3. Ale, vintage assomiglia tanto a giovanile... Grazie comunque della pacca sulla spalla :-)

    RispondiElimina
  4. Ho ripreso a lavorare da tre settimane dopo 25 mesi di assenza. Mi facevo le stesse tue domande. Prima, non mi organizzavo, si facevano le 11 ed eravamo ancora in pigiama. Ora ci svegliamo alle 7 e alle 8.30 siamo già fuori casa. In un'ora e mezza riesco a fare tutto, colazioni, cambio bimbe (le lavo la sera però), mi doccio, mi vesto, mi trucco pure, faccio i letti a volte stendo i panni. Incredibile ma vero. Sono riuscita ad ottimizzare i tempi. Basta organizzarsi. Sembra impossibile, ma poi diventa normale, routine, è più complicato a drsi che a farsi.
    Anch'io temevo il momento della sveglia delle piccole (violenza)ed invece loro stranamente si svegliano da sole alle 7 (prima alle 9), sarà che vanno a nanna alle 21? non lo so ma è semplice credimi, non ci pensare e tutto verrà da se. Bacini.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...